Rassegna stampa del 23 aprile 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

AVVISO AI LETTORI 
Da lunedi 29 aprile a venerdi 3 maggio 
la rassegna stampa non sarà disponibile 
Firma GrafOK, per gestire la firma avanzata elettronica su documenti informatici nativi che prevedono l'apposizione di una o più firme autografe

Stop ai pignoramenti di stipendi e pensioni

 
Lotta all'evasione. Nota di Equitalia blocca gli interventi sui redditi dei debitori.
Azioni presso il datore per chi guadagna più di 5 mila euro

Stop immediato ai pignoramenti dei conti correnti su cui arrivano gli stipendi dei lavoratori dipendenti e le pensioni, in attesa "degli approfondimenti che si rendono necessari sul meccanismo"; il Fisco potrà effettuare pignoramenti solo presso il datore di lavoro o l'istituto previdenziale, ma solo quando sarà certo che il reddito da stipendio o pensioni al centro della misura sia almeno di 5mila euro al mese.
Lo ha deciso Equitalia, con una nota interna emanata ieri dalla divisione Riscossione e immediatamente operativa.

Il sole 24 ore - 23 aprile 2013 - G. Trovati - pag. 21

Digitalizzazione ancora al palo

 
Pubblica amministrazione. Mancano gli interventi necessari per lo sviluppo delle nuove tecnologie.
Niente regole su firme, documento informatico e conservazione sostitutiva


La digitalizzazione del Paese arranca: manca ancora l'emanazione delle regole tecniche di attuazione del Codice dell'amministrazione digitale relativamente alle firme elettroniche, al documento informatico, alla conservazione sostitutiva e al protocollo informatico, e del secondo decreto attuativo della fattura elettronica obbligatoria. (...)
A dire il vero, l'esigenza di un'accelerazione dei processi di modernizzazione deriva anche in modo esplicito dalle misure adottate a fine anno dal decreto legge 179/2012.
Questo provvedimento si pone, tra l'altro, l'obiettivo di estendere il ricorso alla firma digitale o alle firma elettronica avanzata nella redazione di qualsivoglia tipologia di documento.
Questo l'obiettivo che si vuole raggiungere attraverso un incremento delle tipologie di firme elettroniche utilizzabili ai fini della redazione di atti e documenti, assicurando una sostanziale e piena equiparazione con il documento cartaceo con lo scopo ulteriore di diffondere l'utilizzo di strumenti elettronici di comunicazione tra pubbliche amministrazioni e cittadini, riducendone tempi di risposta e costi correlati.

Il sole 24 ore - 23 aprile 2013 - B. Santacroce - pag. 22

L'Ace cambia la faccia all'Irap

Effetti dei criteri su scomputo e riporto dettati dal dm sull'Aiuto alla crescita economica.
La deduzione non sempre si trasforma in un rimborso

Per una società che presentava un rendimento nozionale Ace (Aiuto alla crescita economica) eccedente nel mod. Unico 2012, l'istanza per il rimborsso della deduzione da Irap correlata alla componente lavoro può aprire le porte alla rivitalizzazione di eccedenze da Ace utilizzabili nella prossima dichiarazione dei redditi, ma mai al recapture di una perdita pregressa.
E' questo uno degli aspetti di maggiore interesse che derivano dall'incrocio della disciplina contemplata dal dl 16/2012 con i criteri di scomputo e riporto recati dal dm 14 marzo 2012 (decreto attuativo Ace) in attesa di conferma dopo la diffusione della recente circolare 8/E del 2013 dell'Agenzia delle Entrate e delle istruzioni poste a corredo del modello per il rimborso

Italia oggi - 23 aprile 2013 - A. Mastroberti - pag. 24

Firma in banca, ora è biometrica

Privacy. Ok Garante ad alcuni istituti

Semaforo verde per la firma biometrica in banca.
Con due provvedimenti (n.36/2013 e 37/2013) il garante della privacy ha autorizzato alcune banche a raccogliere la firma del cliente su un tablet elettronico "grafometrico".
Ma non è solo una firma: l'apparecchio è in grado di acquisire alcuni parametri biometrici della persona come il ritmo, la velocità la pressione esercitata durante il movimento di firma.
Tra l'altro il sistema è capace di aggiornare il "profilo" dell'utente originariamente registrato: è garantita la possibilità di avvalersi del servizio anche in caso di eventuali modifiche, nel corso del tempo, dello stile di firma.

Italia oggi - 23 aprile 2013 - A. Ciccia - pag. 23