Rassegna stampa del 8 maggio 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Firma GrafOK, per gestire la firma avanzata elettronica su documenti informatici nativi che prevedono l'apposizione di una o più firme autografe

Con il baratto la fattura raddoppia

 
Adempimenti. A causa della crisi molte aziende fanno sempre più ricorso allo scambio di beni e servizi tramite permuta.
Anche se si tratta di un unico contratto le due operazioni sono fiscalmente separate

A causa della crisi di liquidità, molte aziende stanno aumentando lo scambio di beni e/o di servizi tramite la permuta, un'operazione che fino a qualche anno fa interessava esclusivamente il settore immobiliare, dove i committenti pagano "in natura" le imprese costruttrici.
La permuta è un contratto unico nel quale le parti si obbligano reciprocamente a effettuare prestazioni di servizi o a trasferire la proprietà di beni (articolo 1552 del Codice civile). (...)
Fiscalmente, però, nelle permute le cessioni e le prestazioni sono soggette a Iva "separatamente da quelle in corrispondenza delle quali sono effettuate" (articolo 11, comma 1 del Dpr 633/72)

Il sole 24 ore - 8 maggio 2013 - L. De Stefani - pag. 21

Antiriciclaggio, segnalazioni solo se motivate

 
Lotta al crimine. Studio del notariato

Individuare esattamente il perimetro delle operazioni di riciclaggio di denaro proveniente da reato tributario: è questo l'obiettivo dello studio del Consiglio nazionale del notariato 261-2013/B, approvato il 19 aprile 2013.
Secondo un elementare principio di economia del diritto, se ci si basa (anche) su un sistema di segnalazioni per prevenire e reprimere un comportamento illecito, troppe segnalazioni rischiano però di mandare in tilt il sistema; e l'incremento di queste segnalazioni nell'ultimo periodo (la maggior parte delle quali - evidentemente - fatte a mero scopo turistico) sollecita a invocare un rinnovato orientamento del tiro da parte degli operatori professionali.

Il sole 24 ore - 8 maggio 2013 - A. Busani - pag. 21

In banca pericolo scostamenti

Studi di settore. La Cassazione ha accolto il ricorso dell'Agenzia delle Entrate.
Versamenti ingiustificati? Ok agli accertamenti fiscali

Il solo scostamento del reddito dichiarato dagli studi di settore legittima l'accertamento fiscale se i versamenti bancari del professionista sono ingiustificati.
Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con l'ordinanza n. 10584 del 7 maggio 2013, ha accolto il ricorso dell'amministrazione finanziaria.
La vicenda riguarda un veterinario che aveva dichiarato molto poco rispetto al relativo studio di settore.
Per questo il fisco aveva emesso un recupero a tassazione delle maggiori imposte basandosi essenzialmente sullo scostamento.

Italia oggi - 8 maggio 2013 - D. Alberici - pag. 36

Diritto all'oblio pure sull'e-mail

Privacy. Il garante prende spunto dal caso M5S e fissa le regole valide per tutti.
Messaggi hackerati cancellati e archivi da distruggere

Le e-mail hackerate vanno cancellate. La corrispondenza elettronica carpita illegittimamente non può essere utilizzata da nessuno e va distrutta dagli archivi di chiunque le conservi.
E' quanto ha deciso il garante della privacy per le mail dei deputati del Movimento 5 Stelle, originariamente diffuse in rete.
L'ordine di cancellazione colpisce qualunque utilizzatore della corrispondenza: anche testate giornalistiche e siti web (questo, però, pone un problema di rapporto con il diritto di cronaca). Anzi, chiunque abbia scaricato le e-mail, dovrà provvedere a cancellarle.
Il principio potrebbe essere generalizzato a qualsiasi forma di corrispondenza attinta in violazione di legge: cosicché l'intervento del garante si pone in concorrenza con quella della magistratura e, anzi, può essere ancora più veloce e incisivo.

Italia oggi - 8 maggio 2013 - A. Ciccia - pag. 31