Rassegna stampa del 28 maggio 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

AVVISO AI LETTORI 

Giovedi 30 maggio
la rassegna stampa non sarà disponibile
Firma GrafOK, per gestire la firma avanzata elettronica su documenti informatici nativi che prevedono l'apposizione di una o più firme autografe

Il redditometro spia le spese effettive

 
Selezione con i dati presenti in Anagrafe - Medie Istat solo in seconda battuta

Le medie Ista entreranno in gioco solo nella fase di contraddittorio se il contribuente non fornirà adeguate giustificazioni dello scostamento rilevato dal Fisco sulla base di elementi certi.
Sarà un redditometro a due vie.
L'agenzia delle Entrate sta lavorando alla circolare con i chiarimenti agli uffici, attesa per i prossimi giorni.
La versione 2.0 dello strumento partirà dai dati già conosciuti dall'amministrazione finanziaria.
Tanto per fare un esempio, si tratta delle informazioni relative alla spesa per immobili o autovetture o ancora per vacanze di importo elevato, che già adesso attraverso vari obblighi di comunicazione confluiscono nel cervellone dell'Anagrafe tributaria come nel caso dello spesometro.

Il sole 24 ore - 28 maggio 2013 - M. Mobili, G. Parente - pag. 10

La crisi entra in Gerico 2013

 
Studi di settore. Approvati dal direttore Befera i 205 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti che fanno parte di Unico.
Correttivi compresi nel software diffuso ieri dall'agenzia dopo la sperimentazione


Ufficializzato Gerico 2013. Ieri, nel tardo pomeriggio, il software definitivo per gli studi di settore è stato pubblicato sul sito internet dell'Agenzia.
La versione "beta" licenziata a metà mese è stata confermata dopo una breve fase di sperimentazione.
Sempre sulle pagine Web delle Entrate è iniziato l'inserimento dei 205 modelli per la comunicazione dei dati rilevanti che sono parte integrante del modello Unico 2013.
Il provvedimento firmato ieri dal direttore Attilio Befera approva, infatti, i modelli che devono essere compilati dai contribuenti interessati dagli studi di settore e le modifiche ai modelli Ine (Indicatori di normalità economica).

Il sole 24 ore - 28 maggio 2013 - M. Bellinazzo - pag. 21

Per i consulenti del lavoro niente obblighi antiriciclaggio

Lotta al denaro sporco

Nessun obbligo collegato alla normativa antiriciclaggio per il consulente del lavoro che si "limita" alla redazione e trasmissione delle dichiarazioni fiscali e alle attività legate all'amministrazione del personale.
Questo il parere dalla Fondazione studi consulenti del lavoro, diffuso ieri in merito al Dlgs 231/07, che ha introdotto l'obbligo, per alcuni soggetti, di effettuare un'adeguata verifica della clientela e segnalare eventuali operazioni sospette.
Secondo quanto indicato dal comma 3 dell'articolo 12, però, gli obblighi di verifica e registrazione non si applicano all'elaborazione dei cedolini e a tutte le attività connesse alla gestione del personale svolte da un consulente del lavoro.

Il sole 24 ore - 28 maggio 2013 - pag. 23