Rassegna stampa del 26 giugno 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

Firma GrafOK, per gestire la firma avanzata elettronica su documenti informatici nativi che prevedono l'apposizione di una o più firme autografe

Conti al test degli indici di anomalia

 
Lotta all'evasione. Entro ottobre gli intermediari completeranno l'invio dei dati sui rapporti finanziari dei contribuenti per l'anno 2011.
L'analisi del rischio potrà considerare variazioni sensibili dei saldi e numero di posizioni aperte

L'afflusso dei dati che gli intermediari finanziari stanno trasmettendo in questi giorni all'anagrafe dei conti con riferimento al 2011 dà il via alle elaborazioni che l'agenzia delle Entrate sarà in grado di fare sulla posizione fiscale di ogni contribuente per individuare i soggetti a maggior rischio evasione.
Le incertezze del passato si sono sostanzialmente diradate con il provvedimento di attuazione del 25 marzo 2013.
Il provvedimento ha chiarito meglio quali sono le informazioni che verranno trasmesse al Fisco e ha permesso di capire in modo più puntuale quale sarà l'utilizzo reale che l'Agenzia potrà fare di queste informazioni.
Sul piano contenutistico è importante sottolineare che l'anagrafe dei conti conterrà i dati identificativi del singolo rapporto finanziario a disposizione del contribuente come titolare, cointestatario o delegato; i saldi iniziali e finali per ciascun anno dei singoli rapporti; i dati relativi agli importi totali delle moviemtnazioni distinte tra dare e avere per ogni rapporto su base annua.


Il sole 24 ore - 26 giugno 2013 - B. Santacroce - pag. 19

Imprese con obbligo di Pec

 
Semplificazioni digitali. La posta certificata diventa necessaria anche per le ditte individuali.
L'adeguamento già completato per le società e i professionisti


Entro domenica 30 giugno (1° luglio) l'utilizzo della posta elettronica certificata diventerà obbligatorio per tutti i soggetti con attività d'impresa.
Come già previsto per professionisti e imprese costituite in forma societaria, anche le imprese individuali dovranno dotarsi di una casella Pec, pena l'irrogazione di sanzioni pecuniarie.
La Pec costituisce di per sé una modalità di trasmissione valida a tutti gli effetti di legge, garantendo al mittente la certezza che il messaggio non solo è stato spedito ma che è stato anche consegnato al destinatario.

Il sole 24 ore - 21 giugno 2013 - A. Mastromatteo B. Santacroce - pag. 21

Pmi, violazioni privacy leggere

Semplificazioni. Il disegno di legge aumenta tuttavia le sanzioni per i recidivi.
Definizione agevolata per chi è sotto i 15 dipendenti

Mano più leggera sulle Pmi che violano la privacy.
Il disegno di legge sulle semplificazioni (approvato la scorsa settimana dal Governo) propone di attenuare sulle imprese fino a 250 dipendenti il rigore del codice della tutela della riservatezza in materia di violazioni amministrative.
Lo sconto è più alto per le imprese fino a 15 dipendenti.
Ma non si tratta di una scelta generalizzata di abbassare la guardia: nel disegno di legge si trova anche l'aumento di pena per i recidivi e l'abolizione del ravvedimento operoso per l'omessa attuazione delle misure di sicurezza.
Viene, inoltre, proposta la necessità di querela per il reato di trattamento illecito dei dati (ad esempio violazione del consenso).

Italia oggi - 26 giugno 2013 - A. Ciccia - pag. 24