Rassegna stampa del 18 luglio 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

AVVISO AI LETTORI 

Gli uffici Data Print Grafik resteranno chiusi per le ferie estive
dal 05 al 23 agosto, ma la rassegna stampa riprenderà
la normale attività a partire da mercoledi 4 settembre.

La redazione vi augura una buona estate!
ArchiviOK, il software per l'Archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva di Data Print Grafik

Il Fisco perdona i piccoli errori

 
Adempimenti. In arrivo una circolare delle Entrate per precisare il "modico valore" sotto al quale non si procede contro il contribuente.
Una soglia per ridurre o azzerare le sanzioni per versamenti diretti, ravvedimenti e adesioni

Fisco al lavoro per ridurre o azzerare le sanzioni a carico dei contribuenti che commettono piccoli errori in buona fede, senza l'intento di evadere.
Sul tavolo varie ipotesi: basti pensare che una norma già esistente nell'ordinamento prevede l'abbandono dei crediti erariali per importi fino a 30 euro mentre altre si attestano su valori più bassi.
L'obiettivo è evitare contenzioni inutili e costosi oltre a procedure di recupero che si rilevano anti-economiche anche per l'amministrazione finanziaria.
La circolare che deve segnare la svolta è alla limatura finale prima del via libera dei vertici dell'agenzia delle Entrate.


Il sole 24 ore - 18 luglio 2013 - S. Morina, T. Morina - pag. 18

Redditometro senza raddoppio

Lotta all'evasione. La Ctr di Trieste interpreta la nuova legge in relazine ai vecchi accertamenti "ante-2009".
Le spese per incrementi patrimoniali vanno ripartite su cinque anni

La spesa per incrementi patrimoniali sostenuta nel 2009 (cosi come negli anni successivi) non può rilevare due volte: per "quinti" per il vecchio redditometro e interamente per la stessa annualità 2009.
La ha stabilito (correttamente) la Commissione tributaria regionale di Trieste, con sentenza n. 50 /10/13, depositata il 10 luglio 2013.
(...)
Con il nuovo accertamento sintentico, introdotto dal decreto legge 78/2010, è stato elimitato il principio - che valeva in passato - in base al quale la spesa per incrementi patrimoniali si presumeva sostenuta, in quote costanti, con il reddito dell'anno e dei quattro precedenti (nei primi anni di applicazione del metodo, erano addirittura i cinque anni precedenti).
Per spesa per incrementi patrimoniali si intende quella relativa all'acquisto di beni che, con un certo grado di stabilità, incrementano il patrimonio del soggetto, come, per esempio, l'acquisto di un'abitazione, di un'autovettura o di una barca.

Il sole 24 ore - 18 luglio 2013 - D. Deotto - pag. 19

Inps, il check up si fa online

Attivo da oggi, sul portale dell'istituto previdenziale, il servizio di verifica regolarità.
Controllo dei contributi versati tramite il codice fiscale

Basta code e file agli sportelli dell'Inps: a partire da oggi la regolarità contributiva si verifica online.
E' stata attivata stamattina infatti (anche se andrà a regime da lunedi prossimo) la nuova procedura sul sito web dell'Inps che consente, a titolari e consulenti, di verificare la regolarità contributiva in base al codice fiscale del contribuente.

Italia oggi - 18 luglio 2013 - D. Cirioli - pag. 29