Rassegna stampa del 24 luglio 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

AVVISO AI LETTORI 

Gli uffici Data Print Grafik resteranno chiusi per le ferie estive
dal 05 al 23 agosto, ma la rassegna stampa riprenderà
la normale attività a partire da mercoledi 4 settembre.

La redazione vi augura una buona estate!
ArchiviOK, il software per l'Archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva di Data Print Grafik

Redditometro all'esame-sintetico

 
Lotta all'evasione. Dagli incrementi patrimoniali all'applicazione retroattiva: i nodi da sciogliere nella circolare in arrivo.
Da rivedere la posizione secondo cui gli strumenti di controllo sono alternativi

Sul nuovo redditometro aleggiano una serie di dubbi, alcuni dei quali - ad esempio, la questione degli incrementi patrimoniali - dovranno necessariamente essere risolti ocn delle modifiche normative.
La prima perplessità riguarda la "struttura" dell'accertamento sintetico.
Il comma 4 dell'articolo 38 del Dpr 600/1973 si occupa specificatamente dell'accertamento sintetico "puro", basato sulle spese effettive, mentre il comma 5 successivo disciplina il cosidetto redditometro.
In più occasioni l'amministrazine finanziaria ha affermato (ad esempio, circolare n. 28/E/2011) che i due strumenti sono alternativi.
(...) Un'altra questione, molto delicata sotto il profilo sostanziale, è quella della rilevanza delle spese medie Istat ai fini del redditometro.


Il sole 24 ore - 24 luglio 2013 - D. Deotto - pag. 14

Fiduciarie nella rete antiriciclaggio

Identificazione e verifica del titolare effettivo

Le società fiduciarie sono da considerarsi sempre titolari effettivi di rapporti finanziari secondo la legge antiriciclaggio.
Se non altro perchè la ragione che giustifica la richiesta normativa è quella della conoscenza della clientela, a prescindere quindi da chi sia il beneficiario dichiarato dal cliente.
Secondo quanto stabilito dall'articolo 18, comma 1, lettera b) del decreto legislativo 231/2007, l'obbligo di adeguata verifica consiste anche nell'identificazione e verifica dell'eventuale titolare effettivo.

Il sole 24 ore - 24 luglio 2013 - R. Razzante - pag. 14

Su social, Skype e WhatsApp spot solo se autorizzati

Privacy. Nuove linee guida dal Garante

La pubblicità sui social network? Solo a chi ha preventivamente espresso il consenso per riceverla. E lo stesso vale su Skype o su WhatsApp.
Lo ha deciso il Garante per la privacy, approvando le nuove linee guida in materia di attività promozionale e contrasto allo spam.
L'obiettivo è di combattere il marketing selvaggio e favorire, invece, pratiche commerciali che rispettino utenti e consumatori.
A questo proposito il Garante vieta email e sms indesiderati e impone maggiori controlli da parte di chi commissiona le campagne promozionali.

Il sole 24 ore - 24 luglio 2013 - N.T. - pag. 17