Rassegna stampa del 9 settembre 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK, il software per l'Archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva di Data Print Grafik

Modello 231 da allineare alle regole sulla privacy

 
Responsabilità amministrativa. Il Dl 93 allunga la lista dei reati-presupposto.
Sanzioni all'ente anche in caso di violazioni della riservatezza

I delitti privacy entrano nel perimetro del decreto legislativo 231/2001, in base al quale l'ente è responsabile per i retati commessi nel suo interesse o a suo vantaggio da persone che rivestono una posizione apicale o loro sottoposti.
Lo prevede il Dl 93/2013 (il cosiddetto decreto sul femminicidio, che in realtà contiene anche altre norme rilevanti), in vigore dal 17 agosto scorso.
Il Dl deve essere convertito in legge entro il 15 ottobre e attualmente, il disegno di legge per il suo recepimento è stato presentato alla Camera con atto n. 1540.


Il sole 24 ore - 9 settembre 2013 - R. Imperiali, R Imperiali - pag. 3

Sistri, nuovi obblighi mirati

Guida alle novità introdotte dal dl 101/2013 che entreranno in vigore il 1° ottobre.
Esclusi dal sistema i gestori di rifiuti non pericolosi

Produttori e gestori di rifiuti "non pericolosi" fuori dagli obblighi Sistri, ma solo fino a nuovo ordine e sempre che non modifichino in corso d'opera la natura dei beni a fine vita, rendendoli "pericolosi". Nel limitare, come promesso, l'obbligatorietà del sistema di controllo telematico della tracciabilità dei rifiuti in partenza il prossimo 1° ottobre 2013 ai soli "pericolosi" il testo ufficiale del Dl 101/2013 approdato sulla G.U. pare infatti strizzare l'occhio "ai non pericolosi", sia affidando a un futuro dm l'allargamento dei soggetti tenuti ad aderire al Sistri che rendendo, sin da subito, molto sottile il confine tra libertà e necessità di adesione al nuovo sistema.

Italia oggi - 9 settembre 2013 - V. Dragani - pag. 19

Tasse e multe con il bonifico

Le linee guida dell'Agenzia per l'Italia digitale. Tutti a regime entro due anni.
In arrivo pagamenti elettronici verso le p.a. e le utility

Pagamenti elettronici verso la p.a. e i gestori di servizi pubblici.
Tutte le tasse, multe, bollette e tichet sanitari si potranno saldare con un bonifico via web, utilizzando computer, tablet o smartphone, come pure con carta di credito agli sportelli bancomat o ai Pos appositamente predisposti.
Nessuna commissione aggiuntiva per il debitore.
La ricevuta del versamento sarà scaricabile dal sito dell'ente creditore oppure arriverà direttament sulla propria Pec.

Italia oggi - 7 settembre 2013 - V. Stroppa - pag. 22