Rassegna stampa del 19 settembre 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK, il software per l'Archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva di Data Print Grafik

Comunicazione da fare ogni anno

 
Beni ai soci. I Contribuenti alla ricerca delle cause di esclusione dall'adempimento nel provvedimento del 2 agosto dell'agenzia delle Entrate.
L'obbligo scatta anche per la prosecuzione dei rapporti che sono iniziati in passato

Nella comunicazione dei beni assegnati ai soci, l'attenzione di imprese e professionisti si concentra sulle esclusioni: perchè l'adempimento - quando è dovuto - va ripetuto annualmente e quindi è importante sapere in quali casi la comunicazione non è obbligatoria.
Alcune situazioni "di confine" andranno chiarite dall'agenzia delle Entrate: le indicazioni del provvedimento n. 94902 deò 2 agosto scorso non bastano.


Il sole 24 ore - 19 settembre 2013 - G. Gavelli, M. Sirri - pag. 29

Fisco intransigente

Le proposte di modifica alla delega in commissione.
Bocciato il rinvio della riscossione

Porta chiusa per la riscossione frazionata e per la depenalizzazione della mera omissione di versamenti Iva.
Ieri, infatti, la commissione finanze della camera ha bocciato gli emendamenti, entrambi a firma del vicepresidente della Commissione finanze, Enrico Zanetti (Sc), al testo della delega fiscale che pervadono, da un lato, la depenalizzazione dei mancati versamenti Iva dovuti a necessità economiche e, dall'altro lato, la possibilità di procedere alla riscossione frazionata, nella misura del 30% solo per i casi di imponibili non dichiarati e non come misura standard.

Italia oggi - 19 settembre 2013 - B. Migliorini - pag. 27

Bonus arredi a maglie larghe

I chiarimenti delle Entrate nella circolare 29 per fruire delle detrazioni del 65% e 50%.
Si ai mobili per ambienti diversi da quello ristrutturato

Bonus arredi allargato. La detrazione fino a 10mila euro spetta anche per gli acquisti di mobili e grandi elettrodomestici alle parti in comune del condominio (come l'appartamento del custode) o all'arredo di ambienti diversi.
Possibile dunque ristrutturare un ambiente e comprare i mobili per un altro. Via libera, inoltre, ai pagamenti con carte di credito o di debito.
Cosi l'Agenzia delle Entrate che, con la circolare 29/E di ieri, ha fornito precisazioni in tema di detrazioni per il risparmio energetico, per le ristrutturazioni edilizie e per gli acquisti di arredi, dopo l'intervento del dl n. 63/2013, convertito nella legge n. 90/2013.

Italia oggi - 19 settembre 2013 - G. G. Poggiani - pag. 23