Rassegna stampa del 11 ottobre 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK, il software per l'Archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva di Data Print Grafik

Nello spesomentro solo i dati inediti

Adempimenti. Pubblicato il nuovo modello per le comunicazioni da effettuare a partire da novembre per prestazioni di servizi e cessioni di beni.
Doppio binario nel 2013 per gli scambi con i "paradisi" e San Marino: possibile le vecchie modalità

Arriva il nuovo spesometro.
L'agenzia delle Entrate ha diffuso nella serata di ieri il modello definitivo per la comunicazione delle operazionei rilevanti ai fini Iva previsto dall'articolo 21 del Dl 78 del 2010.
Le modifiche, con le specifiche tecniche e le istruzioni che sostituiscono il precedente tracciato record che aveva una serie di problemi, come previsto dal Provvedimento del 2 agosto scorso, sono state apportate per recepire le osservazioni delle associazioni di categoria e degli operatori economici. In particolare, per le operazioni black list e gli acquisti da San Marino, effettuati fino al 3 dicembre 2013, si potranno utilizzare, in alternativa al nuovo modello "polivalente" composto da 5 pagine, le precedenti modalità di comunicazione.


Il sole 24 ore - 11 ottobre 2013 - M. Bellinazzo - pag. 27

La trasparenza batte la privacy

Le linee guida del garante sugli adempimenti a seguito della riforma del condominio.
E' obbligatoria l'affissione dei dati dell'amministratore

La privacy non stoppa la trasparenza condominiale. I dati sul sito web dello stabile devono, però, essere appannaggio dei soli condomini.
Attenzione, inoltre, ai videocitofoni: se sono come le telecamere della videosorveglianza, sono necessari cartelli e le immagini devono essere eliminate in tempi brevi.
Sono queste alcune delle indicazioni del manuale Il condominio e la privacy, predisposto dal garante della privacy e aggiornato alla riforma del condominio (legge 220/2012).

Italia oggi - 11 ottobre 2013 - A. Ciccia - pag. 24

Dogana più semplice e informatizzata

Scambi Ue. Pubblicato sulla Guce il nuovo Codice dell'Unione

Con la pubblicazione ieri sulla Gazzetta ufficiale dell'Ue del regolamento n. 952 del 9 ottobre 2013, la Comunità ha finalmente varato il nuovo Codice doganale dell'Unione (Cdu).
Il codice - attesissimo ormai da anni - porterà una serie di innovazioni ad alto impatto operativo, con particolare riferimento all'informatizzazione ed allo snellimento dei controlli, alla tutela della buona fede degli importatori comunitari, all'allegerimento delle sanzioni o, ancora, al potenziamento dei rapporti di partnership tra dogane ed operatori economici.
L'impianto del nuovo Cdu, infatti, appare particolarmente allegerito e reca un numero minore di disposizione operative rispetto al precedente Codice doganale comunitario (Cdc) di cui il regolamento 2913/92.

Il sole 24 ore - 11 ottobre 2013 - B. Santacroce, E. Sbandi - pag. 29