Rassegna stampa del 31 ottobre 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK, il software per l'Archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva di Data Print Grafik

Bene ai soci, in vista nuove esclusioni

Lotta all'evasione. Gli scenari a poche settimane dal termine per le comunicazioni - In ogni caso sarà sufficiente un provvedimento dell'Agenzia.
Entrate al lavoro per ridurre gli obblighi di invio - Per la "Pa" lo spesometro slitterà al 2014

Sullo spesometro, niente sanzioni per chi adempie in ritardo e obbligo rinviato al 2014 per la pubblica amministrazione.
Sui beni assegnati ai soci, snellimento delle casistiche e proroga delle scadenze.
Sono queste le voci che si rincorrono tra gli addetti ai lavori riguardo alle ormai imminenti scadenze dei nuovi obblighi di comunicazione al fisco.
Mancano ormai 12 giorni al primo termine fissato e, di fronte al ritardo con cui l'agenzia delle Entrate ha fornito le ultime disposizioni attuative, molti chiedono proroghe.


Il sole 24 ore - 31 ottobre 2013 - M. Cap. - pag. 27

Tutele dello Statuto anche per il redditometro

Accertamento. Sentenza della commissione tributaria provinciale di Reggio Emilia

Anche per il redditometro valgono le regole dello Statuto del contribuente. L'ufficio deve infatti emettere un processo verbale alla conclusione dell'istruttoria e deve attendere il termine dilatorio di 60 giorni. L'inosservanza comporta la nullità della pretesa.
Ad affermarlo è la Commissione tributaria di Reggio Emilia con la sentenza 154/2/13 depositata il 25 ottobre 2013.
La vicenda trae origine da un invito dell'Agenzia delle Entrate rivolto a un contribuente al fine di ottenere informazioni circa la capacità contributiva.Sono seguiti un paio di incontri, durante i quali sono stati prodotti documenti e giustificazioni a supporto. L?ufficio, tuttavia, ha emesso due avvisi di accertamento applicando, ai beni indici, i coefficenti del redditometro.
Il contribuente ha cosi impugnato gli atti rilevando, tra gli altri, la nullità per il mancato rispetto del termine dilatorio di 60 giorni previsto dall'articolo 12, comma 7 dello Statuto del contribuente.

Il sole 24 ore - 31 ottobre 2013 - L. Ambrosi - pag. 27

Spesometro, urge una proroga

La richiesta univoca delle associazioni sindacali dei commercialisti e di Confimi.
Ci sono troppi problemi tecnici e interpretativi

Pressing di professionisti e imprese per la proroga dello "spesometro".
Questa la richiesta delle associazini sindacali dei professionisti e delle imprese che, stremati dalla rincorsa alle scadenze, chiedono di posticipare il termine per l'invio delle comunicazioni dei dati Iva (cosidetto "spesometro"), dopo aver atteso il software di controllo recentemente messo a disposizione con il modello "polivamente" e aver riscontrato numerose incoerenze tra modelli e istruzioni.

Italia oggi - 31 ottobre 2013 - F. G. Poggiani - pag. 28