Rassegna stampa del 5 novembre 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

ArchiviOK, il software per l'Archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva di Data Print Grafik

Spesometro con invio large

Adempimenti. Contribuenti e professionisti si misurano con le ultime verifiche in vista della scadenza del 12 novembre.
Nessuna penalità per la spedizione di un dato aggiuntivo che non ostacola i controlli

Lo spesometro è alle prese con gli ultimi controlli per rispettare la scadenza del 12 novembre.
I contribuenti, in assenza di certezze su possibili proroghe, stanno comunque preparando la comunicazione definitiva da inviare alle Entrate entro martedi prossimo, risolvendo con il "fai da te" i dubbi rimasti sulle modalità di compilazione.
Tra le imprese prevale la scelta sulla modalità aggregata che consente tra l'altro di generare file di dimensioni più contenute.


Il sole 24 ore - 5 novembre 2013 - L. Gaiani - pag. 21

Il patteggiamento sull'Iva non evita la confisca

Giustizia fiscale. Cassazione: l'accordo con il Pm non blocca il versamento

Nel caso di patteggiamento per il reato di omesso versamento dell'Iva il giudice deve procedere alla confisca per equivalente dei beni per un importo pari al profitto del'illecito, rappresentato dall'importo dell'imposta non versata.
Ciò a prescindere dall'accordo delle parti (imputato e Pubblico ministero) in quanto la sentenza di patteggiamento è vincolante per il giudice solo per il trattamento sanzionatorio e non anche per quello relativo alla confisca.
A ribadire questo rigoroso principio è la Corte di Cassazione, sezione III penale, con la sentenza 44445 depositata ieri.

Il sole 24 ore - 5 novembre 2013 - A. Iorio - pag. 23

Rivalutazioni, doppia chance

Le norme del ddl stabilità 2014 sulle opzioni per il versamento dell'imposta sostitutiva.
Su beni e partecipazioni ok alle rate e alle compensazioni

Rivalutazione dei beni e delle partecipazioni d'impresa con dubbi sul versamento della sostitutiva. Questo è quanto emerge dalla lettura dei commi da 8 a 14, dell'art. 6 della bozza del ddl Stabilità 2014.
Dal tenore letterale delle disposizioni, infatti, risulta possibile la doppia rateazione: quella annuale e quella da dichiarazione unificata.
Le norme contenute nel ddl ripropongono la rivalutazione dei beni d'impresa e delle partecipazioni, con la sola esclusione degli immobili merce, con valenza fiscale, posto il versamento di un'imposta sostitutiva.

Italia oggi - 5 novembre 2013 - F. G. Poggiani - pag. 27