Rassegna stampa del 6 dicembre 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

AVVISO AI LETTORI

La rassegna stampa sarà sospesa
dal 23 dicembre al 3 gennaio 2014
per le festività natalizie.

La redazione vi augura buone feste
ArchiviOK, il software per l'Archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva di Data Print Grafik

Rientro dei capitali, lo scoglio è il reato

Lotta all'evasione. Anticipate a Firenze le linee sulle quali si sta muovendo l'amministrazione finanziaria in fatto di voluntary disclosure.
Per cancellare o mitigare le conseguenze penali serve un provvedimento legislativo

Introdurre un'esimente che blocchi gli effetti penali e favorisca le procedure di volutary disclosure tato per i casi di omessa dichiarazione quanto per quelli di dichiarazione infedele.
Un'esimente che scatti solo per quelle somme illegalmente esportate all'estero e coperte da un procedimento di rientro che farebbero scattare l'azione delle Procure.
L'emersione "pilotata", peraltro, darà luogo a un vero e proprio accertamento da parte degli uffici dell'agenzia delle Entrate, sia pure innescato dall'autodenuncia del controbuente.


Il sole 24 ore - 6 dicembre 2013 - M. Bellinazzo - Pag. 31

In liquidazione acconto dubbio

Adempimenti. Le regole da seguire nei versamenti per le società che hanno cessato la normale operatività.
Nella prassi prevale la prudenza: si paga anche la seconda rata

Scadenza al 10 dicembre con acconto maggiorato al 102,5% per Ires e Irap delle società di capitali.
Questo è il disposto del Dl 281 del 30 novembre 2013 che ha previsto sia la miniproroga sia l'incremento delle percentuali dell'acconto seconda rata.
La problematica dell'acconto riguarda anche le società in liquidazione per le quali è necessario eseguire riflessioni particolari. Occorre analizzare, infatti, le conseguenze che derivano dalla situazione di liquidazione considerando che questa è una operazione straordinaria nella quale vi è continuità fiscale della tipologia del soggetto contribuente (a differenza di quanto avviene nella trasformazione).

Il sole 24 ore - 6 dicembre 2013 - P. Meneghetti - pag. 33

Prima casa, il fisco è più soft

Le novità del dlgs n. 23/2011 e del dl n. 104/2013. Più care le operazioni imponibili.
Da gennaio imposte ridotte per acquisti fuori campo Iva

Dal 1°gennaio 2014 fisco più leggero sull'acquisto della prima casa da privati o comunque in esenzione dall'Iva: l'imposta di registro scenderà, infatti, dal 3 al 2% e le imposte, ipocatastali a 50 euro ciascuna, mentre non si pagheranno l'imposta di bollo, i tributi speciali catastali e le tasse ipotecarie.
Per gli acquisti imponibili all'Iva, invece, ci sarà un leggero incremento, dovuto all'aumento delle imposte ipocatastali.
Le novità sono contenute nell'art.10 del dlgs n. 23/2011 e nell'art. 26 del dl n. 104/2013.

Italia oggi - 6 dicembre 2013 - R. Rosati - pag. 30