Rassegna stampa del 9 dicembre 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

AVVISO AI LETTORI

La rassegna stampa sarà sospesa
dal 23 dicembre al 3 gennaio 2014
per le festività natalizie.

La redazione vi augura buone feste
ArchiviOK, il software per l'Archiviazione elettronica e la conservazione sostitutiva di Data Print Grafik

Black list con difesa ampia

Ctr. Stop all'accertamento che aveva contestato le imposte non versate sulle somme detenute in Svizzera.
Contro gli avvisi bonari possono rivelarsi sufficienti anche elementi indiziari

La prova contraria rispetto alla presunzione di imponibilità di redditi detenuti in Paesi black list prevista dall'articolo 12 del Dl 78/2009 è libera e ampia e possono aver rilievo anche ragionamenti presuntivi a favore del contribuente.
Questo il principio di diritto affermato dalla sentenza 168/7/2013 della Ctr Lombardia.


Il sole 24 ore - 9 dicembre 2013 - A. Tommassini - Pag. 4

No alla lista in bacheca con i nomi dei morosi

La privacy protegge i dati sensibili dalla diffusione a estranei

Il condominio è per sua natura un luogo di stretta convivenza tra le persone che lo abitano. Proprio per questa ragione, bisogna saper dosare con grande equilibrio la trasparenza nella gestione della cosa comune con il diritto alla riservatezza di ciascuno, tutelato e garantito dal Codice della privacy.
L'amministratore di condominio dovrà, quindi, saper conciliare di volta in volta, a seconda delle situazioni, queste due necessità parimenti importanti, senza l'una prevalga sulla seconda o possa danneggiarla.

Il sole 24 ore - 9 dicembre 2013 - P. Pontanari, G. Mantaro - pag. 2

Cambi societari, effetti limitati

Secondo le Entrate l'accertamento implica solo disconoscimento di vantaggi fiscali.
Trasformazioni elusive senza conseguenze civilistiche

L'accertamento del carattere elusivo di un'operazione di trasformazione societaria da srl a società semplice non comporta conseguenze sotto il profilo civilistico, ma implica esclusivamente il disconoscimento di vantaggi fiscali di cui ci si è voluti impropriamente avvalere.
La società continua a rivestire la forma giuridica della società semplice, ma determina la base imponibile ai fini delle imposte dirette secondo le disposizioni dettate per le società di capitali.
Non può peroò optare per il regime del consolidato fiscale nazionale, né aderire alla procedura di liquidazione dell'Iva di gruppo, in quanto si tratta di regimi che non possono essere applicati ad una società semplice.
A chiarirlo è la risoluzione dell'Agenzia delle entrate n. 84 del 27 novembre 2013.

Italia oggi - 9 dicembre 2013 - B. Pagamici - pag. 13