Rassegna stampa del 19 dicembre 2013
a cura dell'Ufficio Stampa di Data Print Grafik

AVVISO AI LETTORI

Gentile Lettore,
in questi anni abbiamo svolto un servizio di rassegna stampa quotidiana, pubblicando gli articoli di interesse fiscale, tributario e normativo.Tali articoli, desunti dai principali quotidiani, trattano tematiche legate a Conservazione sostitutiva, Fatturazione elettronica, Privacy, Antiriciclaggio, norme e tributi.
I numeri delle letture e degli iscritti alla rassegna stampa ci hanno fatto capire quanto il nostro lavoro sia apprezzato.

Per questo vogliamo cercare di rendere il servizio di rassegna stampa sempre più interessante e specifico, soprattutto al contesto dell’archiviazione digitale e, più in generale, al mondo fiscale pubblico e privato, realizzando “nuovi contenitori” di comunicazione a partire dai Social Network.
In attesa, infatti, di ripristinare il nuovo servizio, potrà leggere gli articoli ed interagire attraverso le pagine:



Ringraziandola per l’attenzione che ha saputo dedicarci fino ad oggi, l’occasione ci è gradita per augurarle buone feste.

La redazione

Obbligo di "Pos" sopra i 30 euro

Imprese e professionisti. I nuovi limiti, contenuti nel decreto attuativo inviato a Banca d'Italia, varrano firno al 30 giugno 2014.
Soglia minima per i pagamenti - Deve garantire il servizio chi fattura oltre 200mila euro.

Il ministero dello Sviluppo economico fissa i limiti per l'obbligo da parte di imprese e professionisti effettuati con il bancomat.
Il decreto attuativ inviato nei giorni scorsi per il parere a Banca d'Italia, accompagnato da una segnalazione d'urgenza, indica "pagamenti a favore degli esercenti superiori alla soglia minima di 30 euro". Si prevede un obbligo selettivo, almeno in una fase transitoria:
"In sede di prima applicazione, e fino al 30 giugno 2014" si applica "limitatamente ai pagamenti effettuati a favore degli esercenti per lo svolgimento di attività di vendita di prodotti e prestazioni di servizi, anche professionali, il cui fatturato dell'anno precedente a quello nel corso del quale è effettuato il pagamento sia superiore a 200mila euro.


Il sole 24 ore - 19 dicembre 2013 - C. Fotina - Pag. 27

Rivalsa Iva "estesa" per gli atti definiti dopo il 24 gennaio 2012

I chiarimenti delle Entrate. Gli effetti della circolare

Si riapre la possibilità di recuperare l'Iva accertata su cessioni, prestazioni di servizio rese, importazioni, splafonamenti e operazioni soggette a reverse charge per tutti gli atti che si sono definiti dopo il 24 gennaio del 2012.
L'opportunità che deriva dall'articolata circolare 35/E/2013 e che esplicitamente annulla la precedente risoluzione 228/E/2007 e contraddice la sentenza della Corte di cassazione 20771/2013 va, però, ben valutata per identificare le operazioni correggibili e gli atti di accertamento interessati per evitare che il beneficio si trasformi in un ulteriore accertamento.

Il sole 24 ore - 19 dicembre 2013 - B. Santacroce - pag. 27

Adempimenti fiscali ai raggi X

Il punto sul tradizionale convegno annuale di fine anno. Normativa senza segreti.
Dalle software house le innovazioni per un fisco semplice

(...) Alcune novità che interessano il prossimo anno il Modello 730/2013 illustrate dal dott. Gaetano Corallo (funzionario della Direzione centrale servizi ai contribuenti, dell'Agenzia delle entrate) e dal dott. Fabrizio Pierucci (collaboratore Entrate e Gdf, soluzioni per i servizi al contribuente, della Sogei) - riguarderanno in particolare:
- la nuova e complessa struttura dei modelli 730-3 e 730-4 che recepiscono le novità relative all'ampliamento dell'assistenza fiscale;
- le molteplici novità normative che hanno avuto impatto praticamente su tutti i quadri del modello.

Italia oggi - 19 dicembre 2013 - F. Giordano - pag. 40